philophobja
E sottolineateli quei libri, fateci quelle benedette orecchie alle pagine, evidenziateli, rovinateli, leggeteli con attenzione anche più volte, viveteli, capiteli, ritovatevici, sfogliateli, bagnateli con le lacrime se una frase vi ha colpito, strappateli se una parola vi ha provocato rabbia. ma vi prego, prendeteli, salvateli da quella libreria, almeno gli alberi sapranno che c’è vita dopo la morte.